Gallery: CARMEN – Il nuovo disco traccia per traccia

Gallery: CARMEN – Il nuovo disco traccia per traccia

L’8 marzo esce il nuovo album di Carmen “PIÙ FORTI DEL RICORDO”. 

Il disco, che vede la produzione artistica di Carlo Avarello, vuole continuare il lavoro di costruzione e crescita di questa giovane cantante siciliana, una ragazza istintiva e solare che grazie ad una voce davvero straordinaria era stata capace di ritagliarsi uno spazio all’interno del talent di AMICI e che oggi punta a fare altrettanto nel panorama pop italiano, soprattutto tra le interpreti di casa nostra.

carmen-instagram-2

Carmen, l’8 marzo esce “Piu’ forti del ricordo”, il tuo secondo disco, che vede la collaborazione con tanti autori prestigiosi tutti under 30. Cosa ci racconti riguardo questo nuovo progetto?

E’ un disco completamente di inediti rispetto a “La complicità” che conteneva anche delle cover. Abbiamo scelto il titolo “Piu’ forti del ricordo” proprio per questo, nel senso che volevo tornare sulla scena musicale conquesto secondo lavoro piu’ forte di prima, piu’ concreta. Sono felice che gli autori delle tracce siano tutti under 30, penso sia giusto che i ragazzi mandino messaggi e lo facciano attraverso la musica, quindi sono orgogliosa del fatto che tanti giovani e prestigiosi autori abbiano scritto per me i brani del disco”.

Il primo singolo “Non è amore” lancia proprio un forte messaggio contro la violenza sulle donne…

L’amore e la violenza insieme non possono convivere, quindi l’intenzione era proprio quella di mandare questo messaggio ai ragazzi della mia età che ancora non sanno bene cosa significhi amare davvero. Ogni giorno si sentono tanti casi di violenza sulle donne, di femminicidi, ed è ora di dire basta”.

Nel video di “Non è amore” c’è la partecipazione di Maria Pia Calzone…

Abbiamo deciso di chiamare Maria Pia e lei è stata molto carina, gentile, disponibile. E’ una bravissima attrice e una donna splendida e sono stata contenta che abbia accettato di partecipare alla clip”.

Cosa ci racconti invece riguardo la collaborazione con GionnyScandal?

E’ nata in maniera spontanea, mi hanno inviato questo brano che mi ha subito colpito, perchè è una fusion tra il mio e il suo genere ed è venuto una bomba”.

Cosa ti ha lasciato l’esperienza ad Amici?

Tantissimo perchè mi ha permesso di crescere sia a livello musicale che umano e di avere una maggiore consapevolezza riguardo quello che sto facendo e che vorrei fare. Porterò con me i consigli che ho avuto dai professori e ringrazierò sempre questo programma per quello che mi ha dato”.

Dall’8 marzo sarai impegnata con un instore tour in cui incontrerai i tuoi fan. Qual è il tuo rapporto con il pubblico?

E’ bellissimo. I miei fan, che io chiamo “complici”, sono affettuosi e mi supportano tanto. Non vedo l’ora di incontrarli nell’instore tour, partiamo da Roma, poi saremo a Milano e in molte altre città”.

Carmen Ferreri nasce a Trapani il 9 dicembre 1999 e sin da piccola studia canto dimostrando grandi doti vocali ed interpretative. Nel 2017 si ripresenta ad Area Sanremo con il suo brano “Terra”, scritto sull’onda emotiva del tragico terremoto di Amatrice. Il testo colpisce tutti per intensità e contenuti che sembrano appartenere a chi quei tragici istanti li ha vissuti sulla propria pelle suscitando un grande interesse nel mondo della critica, dei media e degli addetti ai lavori presenti.

Nel luglio dello stesso anno si esibisce sul palco del prestigioso Premio Lunezia nell’ultima serata dedicata ai grandi artisti.

Ad agosto viene selezionata per partecipare alla seconda edizione del Premio Lelio Luttazzi, andato in onda in prima serata su Rai1 dallo storico Blue Note di Milano, dove presenta il brano “Io”, che porta la sua firma. La giuria presieduta da Pippo Baudo e composta da Rita Marcotulli, Fio Zanotti e Paolo Giordano rimane particolarmente colpita dalla sua voce e dalla sua personalità, regalandole la vittoria nella categoria giovani cantautori esibendosi nella serata conclusiva assieme a Amara, Arisa, Chiara, Elodie, Marco Masini, Simona Molinari, Fabrizio Moro, Roberto Vecchioni e Nina Zilli.

Nell’ottobre dello stesso anno, dopo aver superato numerosi casting, Carmen entra nella scuola di Amici di Maria De Filippi, conquistando professori e pubblico con il suo inedito “La complicità” che scala le classifiche iTunes, rimanendo per diverse settimane nella top 5 dei brani più venduti. Il brano ha dato il titolo anche al suo disco d’esordio pubblicato nel giugno 2018 dove trovavano spazio 4 inediti e 3 cover, queste ultime scelte tra quelle eseguite negli studi di Amici e che avevano esaltato le doti di Carmen.

All’album, prodotto da Gianni Rodo Edizoni con la direzione artistica di Carlo Avarello, avevano collaborato autori tra i più apprezzati degli ultimi anni come Amara, Andrea Bonomo, Fabio Barnaba, Noemi Bruno, Salvatore Mineo, Virginio Simonelli e Lorenzo Vizzini.

Il disco raccontato traccia per traccia : 

SABATO SUBITO

Ci sono persone che hanno la capacità di alleggerirci la vita e di far sembrare ogni giorno sabato. Voglia di weekend, divertimento e leggerezza in una canzone costruita su un ritmo energico.” Verrienti, Marotta, Capone

PIÙ FORTI DEL RICORDO

Il testo di “Più forti del ricordo” si racchiude nel titolo: il desiderio di far tornare nella quotidianità un amore in una forma ancora più forte. Il bisogno di ritrovare un posto costruito in due ma poi abbandonato. Una richiesta esplicita che nasconde un tentativo di ricongiungere due persone, che forse, non si erano mai davvero perse.” Giordana Angi

NON È AMORE

La canzone parla della strage del 28 febbraio 2018 a Cisterna di Latina dove un carabiniere dopo aver aggredito la ex moglie, ha ucciso le figlie e si è tolto la vita. 
La donna è stata colpita intorno alle 5.30 della notte con alcuni colpi di pistola dal marito, che si era presentato sotto la casa dove lei viveva con le figlie. L’uomo le ha poi sottratto le chiavi dell’appartamento, è entrato in casa e ha ucciso le figlie nel sonno. Successivamente si è barricato e, dopo nove ore di trattative con i negoziatori dei carabinieri, si è tolto la vita. 
Questa storia mi ha ispirato a scrivere la canzone e a immaginare cosa può provare una donna che si è trovata da un giorno all’altro senza le sue figlie e con una vita totalmente stravolta. 
Ho provato a immaginare tutte le cose belle che ti fanno innamorare di una persona e le promesse che si fanno in quelle circostanze e cosa succede nella testa di un uomo per arrivare a fare un gesto cosi estremo. Ho immaginato di raccontare tutti questi episodi come se fosse una lettera d’amore che la mamma ha scritto per le sue bambine, una sorta di raccomandazione a scegliere la persona migliore al proprio fianco.” Manuel Finotti

PUNTO A CAPO

Sono stato felice che Carmen abbia da subito amato questa canzone, che racconta di come a volte lasciarsi una storia alle spalle sia difficile, ma non impossibile. Fa male, ma la musica è capace di curare anche questi momenti. Carmen è l’interprete perfetta per un brano come PUNTO A CAPO, con la sua voce graffiata e già matura, nonostante la sua età, e sono certo che saprà farsi apprezzare sempre di più con la sua caratura raffinata e forte allo stesso tempo. Sono felice di poter essere per lei ancora una spalla su cui contare, sempre.” Virginio Simonelli

AL DI LÀ DEL MARE

Questa canzone è una preghiera moderna. In un momento storico in cui il rumore riempie la nostra quotidianità, il buio ci spaventa, la nostra forza e la nostra speranza non devono smettere di credere in una luce. La luce del cielo, che spesso dimentichiamo e che tende la mano verso di noi.” Giovanni Caccamo

CHISSÀ SE MI PENSI FEAT GIONNYSCANDAL

Avevo incontrato Carmen durante alcuni Festival e la collaborazione è nata in modo del tutto spontaneo scambiandoci file fino ad arrivare alla stesura definitiva della canzone.
Il brano parla di una storia d’amore ormai finita ma i sentimenti che ci legano alla persona che abbiamo amato non si spezzano da un giorno all’altro e le domande su cosa sta facendo, con chi è, se ti sta pensando, sono un tarlo impossibile da scacciare dalla tua testa”.    GionnyScandal

SEI BELLISSIMA COSÌ

Sei bellissima così” è una dedica per ogni donna, un invito a superare i giudizi e le difficoltà del proprio passato e a volersi bene nella propria quotidianità e nella propria natura”. Lorenzo Vizzini

COSE COSÌ

Le promesse disattese mettono il cuore all’angolo e compromettono le basi di un rapporto sentimentale. “Cose così” è un grido d’amore dai toni intensi e struggenti.”                                                        Verrienti, Verrienti, Capone

STANNE FUORI

Stanne fuori” è un brano incalzante e arrabbiato che esprime a chiare lettere la voglia di ridefinire un proprio spazio vitale dopo la fine di una storia d’amore”. Verrienti, Verrienti, Capone

MI MANCHI PRIMA DI MORIRE

Mi manchi prima di morire” è un brano che parla dell’essenza dell’amore e del suo dualismo. Quando si ama si passa dalla gioia all’odio nel giro di un attimo. È una canzone che vive nel ricordo della dipendenza di un amore sofferto. Ci piace godere e soffrire. Siamo dei masochisti. Dipendenza dall’amore come dipendenza dal fumo. Ma è anche questo il bello di vivere. Ci si fa male e ci si fa bene allo stesso tempo”.  Alessio Bernabei

Testo di “Non è Amore”

La mia stanza affaccia in un cortile interno

che se piove sembra di stare ad un concerto

che poi la pioggia mi è sempre piaciuta

mi ricorda che ritorna sempre il sereno

Ti ho aspettato con la luce accesa

perché so che hai paura del buio

e se non hai mangiato niente da stamattina

in cucina t’ho lasciato la mia cena

Cosa c’è rimasto da dirci

se poi vai con la prima che incontri

e non riesci più a guardarmi

cosa c’eravamo promessi

quel giorno sotto casa mia

nemmeno te lo ricordi

Sulla mia faccia c’è ancora stampata la tua mano

che tanto poi alla fi ne è sempre colpa mia

ed ho provato a cambiare mille volte lavoro

ma non bastava mai per la tua gelosia

Cosa c’è rimasto da dirci

se ci tocchiamo le mani

solamente per affondarci

cosa ti è rimasto dei miei occhi

se mi usi come un tappeto

per pulire via i tuoi rimorsi

Io te l’avevo detto, te l’avevo detto

che sarebbe andato tutto a puttane

che l’amore vero, l’amore vero

non è la tua assurda ossessione

eri la mia notte di Natale

la frase da dire a bassa voce

possibile che non ti accorgi

che questo non è amore

Ogni cicatrice oggi è il mio più bel difetto,

mi ricorda cosa sono stata

e se t’avessi detto almeno una volta

quello che penso, forse mi sarei salvata

Cosa c’eravamo promessi

sotto il palco a voce alta

mentre suonavano i nostri pezzi

cosa ti è rimasto da dirmi

tanto lo so che ti nascondi

perché vali meno di quanto pensi

 

Related Posts