Video: J-AX – “Supercalifragili”

Video: J-AX – “Supercalifragili”

Esce il video di “Supercalifragili” di J-Ax che ha scelto di realizzare un filmato con immagini interamente girate con il cellulare a casa.

Al video hanno aderito Annalisa (feat nel pezzo), Fabio Rovazzi, Karen Kokeshi e tanti Youtuber, influencer e Tik Toker.

I protagonisti si divertono creativamente tra le mura domestiche separati ma virtualmente uniti grazie ai social e alla bellissima melodia del brano che cantano e ballano.

Questo video è stato realizzato a Marzo 2020, in piena quarantena. Perché stare rinchiusi non ci impedisce di rimanere aperti agli altri. Perché rimanere separati, ci unisce ancora di più. Perché siamo italiani. E andrà tutto bene. #iorestoacasa #iomidivertoacasa”.

Ringrazio i cantanti che hanno collaborato con me nella canzone: Annalisa e Luca Di Stefano. Ringrazio i Produttori: Takagi e Ketra.

Un ringraziamento speciale va anche a tutti i ragazzi che hanno partecipato, ognuno dalla propria abitazione, alla realizzazione del video: Rovazzi, Karen Kokeshi, Surry, St3pny, Anima, Jessica Brugali, Simone Berlini, Lorenzo Antonelli, Nicolò Robbiano, Giulia Costantino, Iamzangare e Danny Lazzarin”.

 

TESTO 

Ti racconto la mia storia attenta fa paura
È un frontale a 180 senza la cintura
Non c’è niente da tagliare, ve la lascio pura
Tutta natura sono schiaffi con la verdura
Mal di testa e OKI, giorni buoni pochi
Non cambiava il vento non m’ha mai convinto Mary Poppins
Felicità in pillola, la gente ci crede
Basta un poco di zucchero e muori di diabete
In crociera sul Titanic, la carriera in alto mare
Però mi godevo il viaggio fumando sulle panchine
Ero al verde tipo maglia della nazionale
Ma sapevo che il mio dramma avrebbe avuto un lieto fine
Da zero dall’inizio
Nel cielo era già scritto che
Dopo aver visto tutto nero
Sopra di me l’arcobaleno
E se siamo forti e fragili
Non ci spaventa essere
Supercalifragili
Supercalifragili
Ho la provincia e la città
Sono l’eroe dei due mondi
Qui ci sono zombie che sbranano vivi i sogni
Lo so perché scrivevo a mamma di mandarmi i soldi
E per mio padre io non ho un lavoro vero ma soltanto un hobby
A casa poco spazio
Ma sono fiero di non aver fatto odissea nello spaccio
Diventato grande mangiando panini al sacco
Campione di salto del pasto tipo Super Mario da Cracco
Da zero dall’inizio
Nel cielo era già scritto che
Dopo aver visto tutto nero
Sopra di me l’arcobaleno
E se siamo forti e fragili
Non ci spaventa essere
Supercalifragili
Supercalifragili
Supercalifragili
Supercalifragili
Siamo forti e fragili
A schivare i colpi agili
Perché poi le cose facili non sanno di molto
E comunque te la immagini
una vita senza ostacoli
Come un foglio senza margini io e te
Supercalifragili
Supercalifragili
Supercalifragili
Supercalifragili
Supercalifragili

WEB & SOCIAL 

OFFICIAL WEBSITE
INSTAGRAM
FACEBOOK
TWITTER
Related Posts