EMMA MUSCAT un piccolo uragano made in Malta

EMMA MUSCAT un piccolo uragano made in Malta

Emma giovanissima da Malta.

Tenta Amici , viene scartata in prima battuta  per poi essere ripescata per una sfida, molla tutto: Malta l’università appena iniziata e la famiglia “Mi sentivo persa di fronte al primo No, sono tornata a Malta e ho iniziato l’università. Poi mi hanno richiamato per fare la sfida. Avevo tantissime aspettative, e poi è andata come è andata”, ci ha confidato. “Quando sono entrata nella scuola ero molto timida. Sempre con la paura di tirare fuori quello che avevo dentro”. A quanto pare invece non ha dubbi, o meglio non ha mai avuto dubbi su ciò che voleva fare “Ho capito quello che voglio fare nella vita: musica”.

Come hai iniziato ad approcciarti alla musica?

“Mia mamma è una pianista e mio nonno è stato uno dei più famosi pianisti di Malta. Mi hanno insegnato tantissimo. Tutto è iniziato quando ho improvvisato Happy Birthday al piano, a pochi anni di vita. Lì è iniziato tutto”

Da quale brano è iniziato questo viaggio chiamato Moments?

“La prima canzone che ho scritto è Alone e parla di quando nella mia vita mi sono sentita da sola e il mondo sembra ti crolli addosso. Mi è successo quando ho perso un’amica a cui ero molto legate. Poi è arrivata Without You, e la di un amore; gli altri sono tutti brani nuovi. Sono molto contenta. Moments è un disco che parla di sentimenti diversi: amore vero, amore falso, amicizia sincera e amicizia falsa. Sono tutte esperienze della mia vita che condivido con le persone della mia età.

Sei una perfezionista, come si pone questo nella tua musica come limite o vantaggio?

“Voglio avere tutto sotto controllo. È una cosa bella ma che può anche farti male. Quando hai una deadline e non hai tempo di lavorarci al meglio, rischi di impazzire. Non sono mai contenta di come suono ad esempio. E’ come se volessi dare sempre un pezzetto in più”.

Amici ti ha cambiata?

Sono sempre stata molto timida e avevo paura di mostrare quello che avevo dentro. Oggi sono me stessa e ho capito che devo tirare fuori tanta emozione e che voglio fare musica nella mia vita. Paola Turci mi è sempre stata molto d’aiuto. Mi ha aiutato a tirare fuori emozioni e sentimenti anche nella scrittura. Lei è stata molto importante, così come i consigli dei miei amici che mi hanno sempre detto di vivere le cose con più leggerezza. Sono molto sensibile e prendo sempre tutto molto intensamente :anche le piccole cose mi sembrano sempre più grandi di quelle che sono”.

Come ti vedi su di un palco?

“La cosa più importante per me è portare al pubblico le parole che ho messo nelle mie canzoni, stando al piano. Il pianoforte è lo strumento da cui è iniziato tutto, è fondamentale nella mia musica. Scrivo sempre tutte le mie canzoni al piano. Voglio trasmettere le mie emozioni e stare a contatto con i miei fan”.

 

Le date degli instore sono in continuo aggiornamento:

6 luglio Roma Discoteca Laziale h. 18:00

7 luglio Verona Feltrinelli h. 14:00 + Brescia CC Elnos h. 17:00

9 luglio Milano Mondadori Duomo

12 luglio Bari Feltrinelli Via Melo h. 15:00

16 luglio: Lecce Feltrinelli h. 15:00 + Brindisi Feltrinelli h 18:30

18 luglio Frosinone Mondadori  

23 luglio Lucca Sky Stone h. 14:00 + Firenze Galleria del Disco c/o Caffè Letterario Murate h. 17:30  

Questa la track list di Moments:

  1. I need somebody
  2. Moments
  3. Without you
  4. Dead man walking
  5. Fake bitches
  6. Alone
Related Posts