E’ più forte di me leggere le somiglianze nelle varie canzoni e le ispirazioni, più o meno velate.

In questo “Wonderful Wonderful”, il ritorno dei The Killers, io ci ho sentito U2 (Life to Come – Run for Cover), Depeche Mode (The Caling), Cure (Wonderful Wonderful). Ci ho sentito un po’ di rock, di new wave, di tenebre, di redenzione e persino del funk (The Man).

Ho sentito tensione, cupa introspezione, ma poi ho sentito anche il ritorno all’amore, alla divinizzazione dello stesso.

Un disco che non è ne un passo avanti, ne un passo indietro. Un disco di conferma. Conferma della band di Brandon Flowers e della loro capacità di fare rock e di farlo in modo sempre moderno  al passo con i tempi e con le mode e tendenze del momento.

Feat./Collaborazioni: Mark Knopfler – Woody Harrelson
Samples:  Spirit of the Boogie Kool & The Gang (1975) – Redemption Song Bob Marley (1980) – An Ending (Ascent)  Brian Eno (1983).

Tre brani essenziali: Wonderful Wonderful – Rut – Run for Cover

Quotes:

You think I lost my vision but I didn’t
This sounds like heaven, but it isn’t
Through fields of amber we will run
Somewhere in the life to come

You got the will of a wild
A wild bird
You got the faith of a child
Before the world gets in

But I can’t get you out of my mind
To get you out of my bed
To get you out of my heart
And my head
Oh, we’re falling
Oh, we’re falling

TRACKLIST

Wonderful Wonderful
The Man
Rut
Life to Come
Run for Cover
Tyson vs. Douglas
Some Kind of Love
Out of My Mind
The Calling
Have All the Songs Been Written?

DISCOGRAFIA

2004 – Hot Fuss
2006 – Sam’s Town
2008 – Day & Age
2012 – Battle Born
2017 – Wonderful Wonderful

THE KILLERS
Wonderful Wonderful
VISIONE 7
MUSICA 7
LIRICHE 6.4
6.8Punteggio totale

A proposito dell'autore

Post correlati