Riki è un fenomeno pop tutto da analizzare.

I suoi numeri parlano da soli: tre settimane in vetta alla classifica album italiana (questa settimana ha pure sbaragliato il nuovo disco di Roger Waters !!!), gli eventi firma-copie sempre straboccanti di gente, concerti sold-out e un seguito di fan da fare paura.
Riki è arrivato secondo ad Amici ma la sua popolarità sta crescendo a dismisura fuori dal talent.
La sua musica è diretta. Brani con testi semplice, che raccontano storie di vita quotidiane.
Un ragazzo come tanti che racconta dei suoi amori, delle sue passione, senza eccessi, senza trasgressioni. L’abbiamo incontrato ad una tappa dei firma-copie sommerso dal calore del pubblico. Ecco l’intervista.

Chi ti ha incoraggiato di più nel realizzare il tuo sogno di cantante
Di base nessuno. Il mio è sempre stato un sogno che ho tenuto nel cassetto. Quando andavo alle superiori c’era la mia professoressa di italiano che mi ha fatto capire che avevo delle qualità in campo musicale. Facevamo teatro e abbiamo fatto un musical ed ho scoperto che mi piaceva. Questo sogno però non l’ho fatto più di tanto vedere all’esterno. Scrivevo le mie canzoni più perché ne sentivo il bisogno e perché mi piaceva raccontare delle storie di vita.

Adesso è uscito questo Ep che raccoglie un po’ quello che hai fatto prima del grande successo di Amici. Una sorta di “best of” della tua carriera “da sconosciuto”… Cosa ci dobbiamo aspettare per il tuo primo album vero e proprio ?
Si di fatto sto iniziando a preparare il mio primo disco vero e proprio. Ho tanto materiale che ho realizzato in questi anni e che ho tenuto da parte. Voglio riprendere qualche mia idea e sistemarla. Penso che il disco sarà un album equilibrato. Ci sarà un po’ tutto il mio mondo: brani emozionanti, pezzi intimi così come up tempo e canzoni nel mio stile.

Con chi ti piacerebbe duettare in futuro ?
Se proprio posso sognare mi piacerebbe molto fare qualcosa con Tiziano Ferro. E’ sempre stato un mio mito. Mi piacerebbe anche duettare con Francesca Michelin, apprezzo il suo modo di cantare. Poi non sarebbe male anche ospitare in rapper. Al momento ti direi che sarebbe interessante fare qualcosa con Ghali. E’ senza dubbio un rapper che ha molto da dire.

I tuoi artisti di riferimento ?
Ho sempre preferito la musica italiana a quella internazionale. I miei preferiti sono, appunto Tiziano Ferro, poi Cremonini, Jovanotti. Ma in genere tutta la musica italiana.

A novembre parte il tuo primo tour. I biglietti sono già sold out cosa si deve aspettare il pubblico che verrà ai tuoi concerti ?
E’ ancora tutto da organizzare. Ho saputo dei concerti qualche giorno fa. E’ stata una grande sorpresa che non mi aspettavo. Ho tante idee per il concerto. Dalle scenografie, ai musicisti e alla scaletta. Ma dobbiamo ancora organizzare tutto.

Cosa ti colpisce di più di quando incontri i tuoi fan negli instore ?
E’ bellissimo il bagno di folla. E’ veramente incredibile come così tanta gente apprezzi le mie canzoni e venga ad incontrarmi. Nelle mie canzoni ci sono le mie storie che sono uguali a quelle di tanti ragazzi della mia età che vivono le mie stesse emozioni.

Altre passioni oltre la musica ?
Sono un designer e mi piace tutto quello che ruota attorno a questo mondo.

 

A proposito dell'autore

Post correlati