Disco delle redenzione per la trasgressiva Miley.

Per fare questo abbandona il trash-sexy pop del passato e si butta sul country-pop e sulle ballad malinconiche con la chitarra.
Le liriche devono sorreggere l’impianto della nuova vita di Miley dopo gli eccessi, la gogna mediatica e il cuore infranto, così come l’immagine proposta senza più volgarità esasperata, droga e sesso esplicito ma solo faccia pulita, voglia di serenità, di amore ma senza eccessi e perversioni.

Ne esce una cantante ispirata che traccia una nuova frontiera alla sua musica. Che sia una evoluzione, l’ennesimo cambiamento o solo una strategia di marketing è tutta da vedere. Per il momento godiamoci questo disco che si lascia piacevolmente ascoltare.

Tre brani essenziali:   Malibu – Thinkin’ – She’s Not Him

Feat: Dolly Parton

Quotes:

No one stays the same (oh, oh)
You know what goes up must come down (oh, oh)
Change is a thing you can count on (oh, oh)
I feel so much younger now

They say good things come to those who wait
It’s like countin’ in light years
I’d physically live without you, but I don’t want to
And death’s never been my fear
You can take my blood, take my bones
My heart is yours, I volunteer
But how can I miss you so much when you’re right here?

 

TRACKLIST

Younger Now
Malibu
Rainbowland (feat. Dolly Parton)
Week Without You
Miss You So Much
I Would Die for You
Thinkin’
Bad Mood
Love Someone
She’s Not Him
Inspired

DISCOGRAFIA

2007 – Meet Miley Cyrus
2008 – Breakout
2010 – Can’t Be Tamed
2013 – Bangerz
2015 – Miley Cyrus & Her Dead Petz
2017 – Younger Now

MILEY CYRUS
Younger Now
VISIONE 6.5
MUSICA 6.5
LIRICHE 6
6.3Punteggio totale

A proposito dell'autore

Post correlati