Dalla spiaggia ferrarese, passando per le costellazioni sino ad approdare sul pianeta Terra.

Un viaggio iniziato dieci anni fa circa. Un viaggio che ha portato Vasco Brondi a mettersi alla prova, allargando i margini della propria personalissima cifra stilistica passo dopo passo, arrivando anche alla melodia nella voce, sino ad ora dal fraseggio frastagliato. ”

Terra” è senza ombra di dubbio, un disco ambizioso per Brondi e il co-produttore Federico Dragogna (già presente in Costellazioni) che integra in un disco fisico colori ed umori di etnie in movimento in questa terra maltrattata e multiculturale.

Vasco mantiene la sua scrittura frammentata e per immagini, un romanzo dei giorni attuali dove la velocità di click, app. e pagine web ci hanno abituato la mente. Si viaggia nella Terra tra il mondo esterno, quello che ci circonda (“Waltz degli scafisti”) ,e il mondo interno, quelle delle emozioni e sentimenti (“Chakra”). Si viaggia e “Terra” diventa spunto e megafono per messaggi generazionali “L’ironia sta diventando una piaga sociale”.

“Terra” è il viaggio verso le contraddizioni dell’uomo che ha creato poesia e guerra allo stesso tempo (“Coprifuoco”).

Terra è un viaggio corale del mondo, nel mondo, con accento sulla riflessione dovuta o voluta.

Terra è il nostro tempo che viaggia inesorabile lasciando spazio a beltà e contraddizioni.

TRACKLIST

A forma di fulmine
Qui
Coprifuoco
Nel profondo Veneto
Waltz degli scafisti
Iperconnessi
Chakra
Stelle marine
Moscerini
Viaggi disorganizzati

DISCOGRAFIA

2007 – Le luci della centrale elettrica
2008 – Canzoni da spiaggia deturpata
2010 – Per ora noi la chiameremo felicità
2014 – Costellazioni
2017 – Terra

LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA
Terra
VISIONE 8.5
MUSICA 7.5
LIRICHE 8.5
8.2Punteggio totale

A proposito dell'autore

Post correlati