A quattro anni dal fortunato “Black City Parade” torna la band francese con un nuovo lavoro dagli azzeccati richiami new wave.

36 anni di carriera e un tredicesimo album che ha già superato le centomila copie in Francia, dopo appena un mese dalla sua pubblicazione. Gli Indochine sono incredibili: nascono nei primi anni 80 in piena ondata electro pop, attraversano indenni il decennio successivo, tra cambi di formazione e la tragica scomparsa di uno dei componenti, Stéphane, fratello gemello del cantante Nicola Sirkis.

È proprio quest’ultimo la vera forza del gruppo, un leader carismatico e intelligente nelle scelte musicali della sua creatura e nello scrivere canzoni capaci di coinvolgere ben tre generazioni di fan. “13” non sfugge alla regola e sembra quasi che sia stato realizzato con l’intento di travolgere il pubblico durante i prossimi concerti, con sonorità bellissime che rimettono in primo piano le tastiere ( “Station 13”, “Kimono dans l’ambulance”, “Suffragettes BB”, “2033”) e testi tra i migliori scritti da Sirkis (il viaggio nello spazio di “Black Sky”, i rischi dell’estremismo di destra in “Un été français” o la tolleranza sessuale di “TomBoy 1”).

Segnaliamo infine “Trump le monde”, che alterna sonorità reggae a esplosioni elettriche alla Pixies (oltre al campione del tristemente noto “We need to build a wall” di Donald l’americano), e il romanticismo nero della seducente “Gloria”, cantata assieme ad Asia Argento, già regista del bellissimo video di “La vie est belle”, primo singolo tratto da “13”. Inconfondibili ma sempre accattivanti.

Tre brani essenziali:   Station 13 – Black Sky – La vie est belle”

Featuring: Asia Argento, Kiddy Smile, Manju

Quotes:

Pardonne-moi si ici
Tout devient froid national
Un pays infernal
À nous la petite mort
(“Un été français”)

Je me raccroche à qui?
Tous mes héros sont morts
(“Station 13”)

Noir
Le ciel est tout noir
Et je m’envole
Tout seul dans les étoiles
Mon vaisseau dans l’espace
Entre Vénus et Mars
(“Black sky”)

TRACKLIST

Black Sky
2033
Station 13
Henry Darger
La vie est belle
Kimono dans l’ambulance
Karma Girls
Suffragettes BB
Un été français
TomBoy 1
Song For A Dream
Cartagène
Gloria
Trump le monde
La 13ème vague
Station 13 (version longue)
TomBoy 2
Henry Darger (John Digweed & Nick Muir Remix)
Un été français (Joachim Garraud Remix)
Station 13 (Vitalic Remix)
Station 13 (Talisco Remix)

DISCOGRAFIA

1982 – L’aventurier
1983 – Le péril jaune
1985 – 3
1987 – 7000 danses
1990 – Le baiser
1993 – Un jour dans notre vie
1996 – Wax
1999 – Dancetaria
2002 – Paradize
2005 – Alice & June
2009 – La république des Meteors
2013 – Black City Parade
2017 – 13

INDOCHINE
13
VISIONE 8
MUSICA 8
LIRICHE 8
8Punteggio totale

A proposito dell'autore

Post correlati