Gli Imagine Dragons, band multi-platino e vincitrice di un Grammy Award, composta dal frontman Dan Reynolds, dal chitarrista WayneSermon, dal bassista Ben McKee e dal batterista Daniel Platzman, hanno pubblicato il nuovo singolo “Believer”.

Il brano è il primo estratto dal loro terzo album in uscita prossimamente. Il brano è accompagnato da un video diretto da Matt Eastin, che vede la partecipazione dell’attore Dolph Lundgren.

Il singolo “Believer” è un inno positivo, e parla di come il dolore e la paura riescano a rendere più forti le persone. Com’è nato questo pezzo?

Dan Reynolds: “E’ una canzone nata sei mesi fa, in cui faccio delle riflessioni sul passato e parlo di un periodo della mia vita molto buio, senza prospettiva, di dolore, che però mi ha permesso di aprire la mia mente e di trovare la forza per andare avanti. Quest’ultimo anno per me è stato il più centrato e positivo di sempre. Believer spiega come il dolore e le difficoltà che ho affrontato mi hanno portato a diventare una persona più sicura”.

Nel video di “Believer” compare l’attore Dolph Lundgren (Ivan Drago di Rocky IV). Come ci si prepara per combattere contro di lui?

“Abbiamo preso lezioni per due mesi, ma non sono state abbastanza. Per metà video abbiamo finto di prenderci a pugni ma nell’altra metà qualche gancio ce lo siamo dato veramente. L’obiettivo era realizzare un video molto fisico perché la canzone parla di quei pesi che ci portiamo addosso e dei quali dobbiamo riuscire a liberarci per andare avanti, senza paura”.

“Believer” farà parte del vostro nuovo disco di prossima uscita. Che tipo di progetto sarà?

“Sarà un disco colorato, che celebra la vita, in cui si parla d’amore, cosa che in precedenza non avevamo quasi mai fatto. Ci saranno ballad romantiche. Prima l’amore non mi aveva mai ispirato musicalmente. Ho scritto il secondo disco ‘Smoke + mirrors’ in un brutto periodo della mia vita, in cui cercavo risposte che non arrivavano mai. Questo album nasce da un periodo felice. In passato alcune nostre canzoni erano molto rumorose, con chitarre elettriche, batteria. In questo disco invece abbiamo deciso di essere più minimalisti”.

Quali sono state le influenze musicali che hanno ispirato le nuove canzoni?

“Ascoltiamo pop, rock, ma non ci sono state influenze specifiche. Suoniamo insieme da otto anni e abbiamo lavorato tanto per trovare il nostro sound, siamo sempre stati una band unica, a cominciare dal nome che abbiamo scelto, Imagine Dragons. Cerchiamo quindi di fare in modo che ogni canzone sia particolare e facilmente riconoscibile”.

Da aprile sarete in tour e farete tappa in Italia a luglio, il 3 all’Arena di Verona, il 4 al Lucca Summer Festival. Come vi state preparando?

“Non ci stiamo preparando! (ridono). Stiamo disegnando le scenografie, però ora dobbiamo iniziare le prove. Il momento del debutto sembra molto lontano, ma in realtà manca pochissimo”.

 

A proposito dell'autore

Post correlati